Cosa penso del cinema

Fabrizio Maddalena sul set di un filmFino ad ora non ho mai pubblicizzato gli articoli che parlavano della mia produzione artistica, ma questa volta faccio un'eccezione! Sì, perché la bella intervista che mi ha fatto Enzo Latronico su The Way Magazine parla della mia idea di cinema e di quello che io penso della settima arte. C'è anche qualche accenno ai miei lavori, ma soprattutto si parla di cosa significa per me creare un'opera cinematografica. Come si evince dal titolo, penso che la cosa fondamentale per un buon film siano la storia e gli attori, ma questo non significa che altri aspetti siano da sottovalutare: la musica, il montaggio e, soprattutto, la fotografia sono elementi fondamentali per mettere sullo schermo una storia. Il cinema è l'unica opera d'arte corale che vede nel regista il direttore di un'orchestra di professionisti.

Le webcasting skill al tempo dello smart working

Settimana del lavoro agile: webcasting skill e utilizzo del video in aziendaIl 23 maggio, durante la settimana del lavoro agile, ho partecipato ad una tavola rotonda organizzata dal Forum UCCIl mio intervento si è basato soprattutto sulla definizione di webcasting skill e su quanto queste siano sottovalutate all'interno delle aziende. 

La mia breve dissertazione partiva dal presupposto che nell'era del digital e di Internet, se si parla di comunicazione interpersonale, abbiamo avuto tre fasi:

Leggi tutto...

Presentazione del libro 'Tutta questione di benessere'

Elisabetta Dallavalle durante la presentazione del suo libro La settimana scorsa, più precisamente l'8 maggio, presso il Club Canottieri Olona di Milano, è stato presentato il libro di Elisabetta Dallavalle "Tutta questione di benessere". Elisabetta, oltre ad essere un'amica (ed ex compagna di classe), è anche una talentuosa Welfare Manager in una delle più importanti società alimentari del mondo. Perché talentuosa? Il motivo è molto semplice: ha una visione personale dell'importanza che ricopre il benessere delle persone. Benessere (o, come scrive lei, BenEssere) che dovrebbe essere un punto focale soprattutto delle aziende, che, come ogni organizzazione, si basano appunto sulle persone.

Non è una visione inedita (alla fine Olivetti proponeva la stessa cosa), ma un conto è sostenere una tesi, un conto è lavorare perché questa tesi abbia un'applicazione pratica. 

Leggi tutto...

Sì, ma…cosa fa un regista?

Fabrizio Maddalena sul set di un filmQualche giorno fa, parlando con un'amica attrice, stavo un po' facendo il punto su cosa è e cosa non è un regista cinematografico. Le dicevo che, a mio parere, al giorno d'oggi si è un po' perso il vero significato del ruolo, relegandolo ad un compito prevalentemente tecnico.

Il fulcro del discorso era: al giorno d'oggi i registi sono più preoccupati dell'obiettivo utilizzare piuttosto che della recitazione dell'attore, più della camera da avere sul set piuttosto che di quello che un'inquadratura deve esprimere, ecc. La conoscenza del montaggio, poi, si limita all'utilizzo del programma più in voga, piuttosto che alla conoscenza della teoria e quindi di quanto lo stesso incida sull'espressività.

Leggi tutto...

Condividi

FacebookGoogle BookmarksRedditLinkedin

Cronologia Articoli