Social network e giornalismo

Matt Bors, un fumettista e blogger americano, ha recentemente postato un'interessante riflessione su come i social network sono stati utilizzati dalla stampa riguardo alla recente strage di innocenti alla Sandy Hook Elementary School accaduta nel Connecticut venerdì scorso. L'articolo ha il titolo eloquente di "I'm Facebook friend with Ryan Lanza, wich became a problem" e si interroga sull'utilizzo dei profili social da parte dei giornalisti americani. Al di là delle considerazioni sul fatto in se, è interessante notare come i giornalisti americani abbiano scandagliato il profilo di Ryan Lanza (il fratello del pluriomicida inizialmente sospettato del delitto) e dei suoi contatti, e di come questo abbia influenzato gli utenti Facebook al punto di insultare pesantemente o di minacciare chiunque avesse rapporti col presunto colpevole.

Nell'era dei social ci si mette un minuto a generare un mostro...

Condividi
FaceBook  Twitter  

Cronologia Articoli