2015

11 Dicembre 2015

Sì, ma cosa c’entrano i Fantastici 4 con le community?

Super CMsUn paio di giorni fa, leggendo uno degli articoli pubblicati da Alessandro Donadio sul suo blog, ho cominciato a riflettere sul ruolo del Community Manager (CM), ruolo che purtroppo è spesso frainteso anche da chi si proclama esperto del settore.

Fermo restando che il compito del CM non è fare seeding editoriale ma piuttosto connettere tra di loro i membri della community, possiamo riassumere il suo ruolo prendendo in prestito dal mondo dei fumetti uno dei super eroi (o, meglio, un gruppo di super eroi) che amavo di più da bambino: I Fantastici Quattro.

Le caratteristiche di un buon CM infatti possono essere ben riassunte ispirandosi ai super poteri del quartetto ideato da Stan Lee e Jack Kirby nel 1961:

Read more

05 Ottobre 2015

Come sarà la ricerca del futuro?

Web Search« "Quarantadue!" urlò Loonquawl. "Questo è tutto ciò che sai dire dopo un lavoro di sette milioni e mezzo di anni?"
"Ho controllato molto approfonditamente," disse il computer, "e questa è sicuramente la risposta. Ad essere sinceri, penso che il problema sia che voi non abbiate mai saputo veramente qual è la domanda.” » (Douglas Adams, Guida galattica per gli autostoppisti).

Premessa: questo articolo è incasinato. Ho cercato di rileggerlo, correggerlo, cambiarlo e rifarlo ma il risultato è stato sempre quello di avere uno scritto molto poco fluido…sarà perché il futuro non è mai molto chiaro o forse solo perché in questo periodo è la mia testa a non esserlo...

Come sarà la ricerca del futuro? Me lo chiedo da quando ho cominciato a lavorare su Internet come Surfer per la directory di Yahoo! Italia. Correva l’anno 2000 e all’inizio del millennio era quello il servizio più utilizzato per cercare su Internet: un elenco ragionato di siti web selezionati da esseri umani chiamati, appunto, surfer. Poi è arrivato Google e il resto è storia

Read more

12 Agosto 2015

Alphabet: il nuovo corso di Google

Alphabet

È di questi giorni la notizia che Google sta subendo una profonda trasformazione aziendale e ha dato vita ad Alphabet, una società che controllerà tutte le attività in cui il motore di ricerca di Mountain View è coinvolto. 

Read more

06 Luglio 2015

Frame.io, la collaboration per i professionisti del video

Commenti su Frame.ioSe lavorate nel campo del video professionale probabilmente vi sarà capitato di imbattervi in Frame.io, un nuovo servizio di storage destinato ai video producer e videomaker.

Frame.io è stato pensato per condividere i video con tutti i soggetti coinvolti nella produzione, non dimenticando la questione della sicurezza. I video salvati possono essere infatti condivisi con clienti (che hanno accesso solo a progetti specifici e sono definiti “collaborators”) e colleghi di lavoro (che possono accedere a tutti i progetti e sono chiamati “team members”). Tutti gli stakeholder possono aggiungere commenti personali, con la possibilità di corredarli di elementi grafici, disegnabili direttamente sul video, in modo da renderli più incisivi. È poi possibile salvare diverse versioni dello stesso video in modo da mostrare le diverse opportunità di realizzazione, comparando le diverse versioni “side by side”.

Read more

08 Giugno 2015

Phantom: Google e l’algoritmo misterioso

PhantomUn fantasma si aggira nei meandri del sistema di ranking di Google. È per ora poco conosciuto, ma ha già terrorizzato molti siti che si sono ritrovati ad avere un crollo di referral dal noto motore di ricerca. Nessuno sa come funzioni né come si chiami esattamente ma Glenn Glabe della G-Squared interactive, che lo sta studiando a fondo, l’ha chiamato Phantom…l’algoritmo fantasma!

Chi si occupa di Internet sa che gli algoritmi di un motore di ricerca sono quei “software” (mi perdonino gli esperti informatici per questa licenza poetica) che servono a determinare il ranking di un sito, cioè il suo posizionamento all’interno dei risultati di ricerca. Gli esperti di SEO sanno che, se si parla di Google, gli algoritmi più importanti sono Hummingbird, Panda e Penguin, oltre al noto PageRank che per tanto tempo è stato il Re del motore di ricerca di Mountain View. Nel 2013 però furono in molti ad accorgersi che ci fu un piccolo “scossone” nella reputazione dei siti indicizzati da Google che non era riferibile a nessuno degli algoritmi conosciuti ma era qualcosa di diverso anche se in qualche modo legato alle caratteristiche del Pinguino e del Panda. Data la sua natura misteriosa e assolutamente non confermata da Google, a questo algoritmo è stato assegnato il nome di Phantom.

Read more

23 Aprile 2015

Facebook non è un mondo a parte, anche per le aziende

Social NetworkÈ di questi giorni la notizia che il poliziotto che ha scritto su Facebook "Tornerei alla Diaz mille volte" è stato sospeso. E con lui anche chi aveva messo a quel post un semplice “Like”. 

Non mi interessa qui entrare nel merito della questione, ma analizzarla dal punto di vista dell’utilizzo dei social.

Read more

07 Aprile 2015

Come Eravamo (parte quinta)

C’è un’attività che di tanto in tanto mi piace fare: andare su Internet Archive per vedere come eravamo. O, meglio, come erano i siti più famosi della Rete al momento del lancio o semplicemente tanti ma tanti anni fa. Un po’ per nostalgia, un po’ perché mi piace studiare come si è evoluta Internet nel corso di questi ultimi anni in termini di accessibilità, usabilità e grafica.

Read more

28 Febbraio 2015

La nuova era della SEO

SEOQualche anno fa scrivevo un articolo su quello che avevo capito della nuova SEO. Oggi vedo pubblicato su Inc. un bel riassunto di quello che è cambiato nel tempo riguardo all’ottimizzazione per i motori di ricerca. L’articolo in questione, a firma di Adam Heitzman, co-founder e managing partner di HigherVisibility (uno degli studi SEO più noti negli USA), è particolarmente efficace e ci dà una visione sintetica ma molto precisa di ciò che funzionava ieri e ciò che funziona oggi.

Read more

28 Gennaio 2015

Diventare YouTuber di successo: il caso Favij

FaviJTV

Abbiamo già parlato di quanto YouTube stia diventando importante per l’affermazione di nuovi talenti che qualche decennio fa forse non sarebbero stati neanche presi in considerazione. Ma chi è lo YouTuber più famoso d’Italia? Beh, se avete meno di 18 anni probabilmente lo saprete: si tratta del diciannovenne Favij, al secolo Lorenzo Ostuni. Questo ragazzo, dal talento indiscusso e dalla particolare predisposizione social, ha in breve tempo raccolto intorno a se più di un milione e mezzo di seguaci che ogni settimana seguono le sue peripezie alle prese con i videogiochi più in voga. Nulla di nuovo sotto il sole, visto che lo YouTuber più famoso del mondo, PewDiePie, fa questo ormai da anni producendo video molto più sofisticati. Favij però ha creato una serie di rubriche tese a consolidare la community che gli si è creata intorno, aumentando di fatto l’engagement e l’attesa per i suoi video.

Read more

© 2017 FabMad di Fabrizio Maddalena P.I. 08082900963. Tutti i diritti riservati - Social: Fabrizio Maddalena su Facebook Fabrizio Maddalena su Twitter Fabrizio Maddalena su LinkedIn Fabrizio Maddalena su Google+ - Privacy Policy - Email - Contatti - Omegatheme.com