Come coccolare la tua community

CommunityInvitereste mai una persona nuova a casa vostra ricevendola in pigiama, facendola mangiare su un tavolino scalcagnato, senza tovaglia e con le posate spaiate? Se invitiamo qualcuno a cena (soprattutto se per la prima volta) normalmente vogliamo che si senta “trattato da re”, che percepisca il nostro invito come qualcosa di unico, che si senta accolto e coccolato

Chi partecipa ad una community merita lo stesso trattamento da parte del Community Manager, soprattutto all’inizio. Ma come farlo sentire “accolto” e “coccolato”? Ecco una serie di suggerimenti che vi trasformeranno in un perfetto “padrone di casa”. 

  1. 1) Rispondi sempre. Questa piccola regoletta vale sempre, ma deve essere seguita in particolare con i nuovi utenti di una community. Non c’è niente di più frustrante di un primo intervento al quale nessuno risponde! Un buon community manager questo lo sa e si adopererà per non lasciare mai un post privo di risposta.
  2. 2) Nutri attivamente la tua community. Chi ha deciso di far parte di un gruppo si aspetta di trarre da questo un valore aggiunto. Proporre costantemente novità, notizie e informazioni pertinenti alle finalità della community permetterà di far percepire questo valore.
  3. 3) Ricordati di giocare. È molto importante che nella community si propongano anche momenti ludici atti ad aumentare l’ergagement. Sondaggi, domande, indovinelli, contest e quant’altro aiuteranno a fidelizzare i membri della community.
  4. 4) Conosci la tua community. Un buon CM conosce i membri della propria community, e li coinvolge in base alla loro esperienza, competenza e qualità peculiari. Far percepire ai partecipanti che ognuno di essi ha una propria identità riconosciuta è un modo per farli sentire parte di un gruppo.

Il Community Manager è una figura che si avvicina più al sociologo che al tecnico informatico, visto che il suo lavoro consiste nel gestire persone. Non dobbiamo mai dimenticarci che al di là dello schermo c’è pur sempre un essere umano, con la sua personalità, le sue fragilità e le sue idee. Questa premessa dovrebbe spingere il Community Manager ad essere particolarmente attento all’andamento della propria community, tenendo sempre conto delle necessità degli utenti in modo da farli sempre sentire a casa.

Condividi
FaceBook  Twitter  

Cronologia Articoli

© 2017 FabMad di Fabrizio Maddalena P.I. 08082900963. Tutti i diritti riservati - Social: Fabrizio Maddalena su Facebook Fabrizio Maddalena su Twitter Fabrizio Maddalena su LinkedIn Fabrizio Maddalena su Google+ - Privacy Policy - Email - Contatti - Omegatheme.com