Il futuro del social è il video

Video Is the Future of SocialIl famoso sito AllThingsD afferma in un recente articolo che il video sarà il protagonista assoluto dei nostri interscambi social da qui a breve. Tale convinzione parte dall’affermazione del direttore dei contenuti di YouTube Robert Kyncl, che durante un recente incontro ha affermato una cosa abbastanza semplice ma che, come la maggior parte delle cose semplici, fa sicuramente riflettere: “La TV è ad una sola via mentre in YouTube c’è una via di ritorno. [Il contenuto di YouTube] È interattivo e può essere facilmente condiviso.”

In effetti l’affermazione è sotto agli occhi di tutti: la reale differenza tra la TV e i servizi di video sharing è proprio la bidirezionalità. Ma, al di là della facilità di condivisione e della possibilità di lasciare un feedback, l'idea che il video sarà il futuro del social è basato su dati concreti. E i numeri snocciolati nell’articolo fanno abbastanza impressione.

Non tutti sanno, ad esempio, che Facebook convoglia ogni giorno più di 500 anni (sì, avete capito bene...cinquecento!) di visualizzazioni su YouTube, mentre su Twitter più di 700 video da YouTube vengono condivisi ogni minuto. In pratica, con quattro minuti e 49 secondi spesi sulla piattaforma e 5.13 pagine viste per visitatore, YouTube supera Facebook, Twitter e Pinterest per retention e user attention. E questo è abbastanza logico se si pensa che ogni minuto passato a visualizzare, creare o commentare un video corrisponde ad un minuto in meno passato sugli altri social media.

Il fatto è che il video è un media completo che può far leva sulle emozioni dello spettatore. E le emozioni fanno parte della nostra vita, quindi hanno un’importanza fondamentale anche nelle nostre relazioni. Il coinvolgimento di due sensi così importanti come la vista e l’udito permette al video di emozionarci e coinvolgerci più facilmente, spesso al di là delle barriere geografiche e culturali. Guardate, ad esempio, questo video che una famosa società telefonica Tailandese ha recentemente messo in Rete e provate a rimanere insensibili.

_

Se Facebook, Twitter e Pinterest sono i protagonisti del Social 2.0, quindi, i network video come YouTube e Vimeo sono sicuramente lo zoccolo duro del Social 3.0. In poche parole: il futuro. Fonte: AllThingsD

Image courtesy of imagerymajestic / FreeDigitalPhotos.net


Condividi
FaceBook  Twitter  

Cronologia Articoli

© 2017 FabMad di Fabrizio Maddalena P.I. 08082900963. Tutti i diritti riservati - Social: Fabrizio Maddalena su Facebook Fabrizio Maddalena su Twitter Fabrizio Maddalena su LinkedIn Fabrizio Maddalena su Google+ - Privacy Policy - Email - Contatti - Omegatheme.com