Come ottenere i sitelink su Google

Google SitelinkUna delle domande che mi vengono poste più di frequente è "Come faccio a far comparire i sitelink per il mio sito su Google?". In questo articolo cercherò di rispondere a questa domanda. Innanzitutto spieghiamo cosa sono i sitelink. Avrete sicuramente notato che sulla SERP di Google alcuni siti hanno, oltre al link alla pagina principale, anche alcune sezioni secondarie piazzate immediatamente sotto.

Questi link sono scelti automaticamente da Google in base alla struttura del sito e alla user experience. La struttura del sito è fondamentale in quanto necessaria alla corretta identificazione delle sezioni da elencare nei sitelink. Infatti nella sua "Guida per i Webmaster", Google precisa che essi vengono visualizzati "…nei risultati solo quando riteniamo che siano di utilità per l'utente. Essi non vengono visualizzati se la struttura del tuo sito non consente ai nostri algoritmi di trovare buoni sitelink oppure se riteniamo che i sitelink del tuo sito non siano pertinenti alle ricerche dell'utente."

Allora cosa bisogna fare per far saltar fuori i sitelink per il proprio sito? La risposta (come tutte le cose legate agli algoritmi gestiti dalle macchine) non è semplice. Possiamo tuttavia definire alcune best practice affinché la probabilità di ottenerli diventi più alta.

  1. 1) Il sito va strutturato in maniera esemplare. Quando create un sito è buona regola definire una struttura gerarchica per i menù. Menù complicati o progettati malamente danneggeranno non solo la user experience e l'usabilità ma avranno anche delle ripercussioni sul SEO e sulla possibilità di ottenere sitelink.
  2. 2) Create una sitemap da sottoporre a Google. La sitemap in xml da sottoporre a Google tramite la sezione "Strumenti per i Webmaster" è importante per far capire al motore di ricerca la struttura del sito e quindi si rivela fondamentale per ottenere i sitelink.
  3. 3) Seguite le "Istruzioni per i Webmaster" di Google. E' importante che il sito creato sia conforme ai dettami emanati da Google in modo da essere preso in considerazione per l'attribuzione dei sitelink. In realtà questa è una buona norma da seguire ai fini del SEO del sito stesso quindi applicatela a prescindere!
  4. 4) Evitate di eliminare pagine che compaiono nei sitelink. L'attribuzione dei sitelink per un sito può essere facilmente revocata nel caso si facciano delle modifiche sostanziali come per esempio cancellare una pagina elencata tra i sitelink.

Esistono poi altri "trucchetti" che, secondo alcuni esperti SEO, possono aumentare le probabilità di ottenere i sitelink. Uno di questi è quello di effettuare una ricerca del proprio sito ogni giorno cliccando sui vari link elencati. Personalmente non so se queste tecniche siano efficaci o meno per cui preferisco non elencarle. Un giretto su google potrà sicuramente soddisfare le vostre curiosità in merito.

Ultimo consiglio: se un sitelink elencato sotto il vostro sito non è di vostro gradimento è possibile chiedere a Google la sua eliminazione tramite gli "Strumenti per i Webmaster", utilizzando la sezione "Configurazione sito > Sitelink".

Condividi
FaceBook  Twitter  

Cronologia Articoli

© 2017 FabMad di Fabrizio Maddalena P.I. 08082900963. Tutti i diritti riservati - Social: Fabrizio Maddalena su Facebook Fabrizio Maddalena su Twitter Fabrizio Maddalena su LinkedIn Fabrizio Maddalena su Google+ - Privacy Policy - Email - Contatti - Omegatheme.com